“Hacks”, un inno al potere salvifico della risata. Da vedere su Netflix

Una serie che esorcizza infanzie infelici, matrimoni falliti, famiglie disfunzionali, solitudini esistenziali e persino... funerali

26 Giugno 2024 alle 14:44

Si puo' vedere su

Tradotto letteralmente in italiano, “Hacks” sta per “trucchi”, ma nel gergo dello showbusiness è un dispregiativo per “dilettanti” o “truffatori”. Chi lo sia, è tutto da stabilire. Nella serie (in due stagioni) arrivata su Netflix con tre anni di ritardo (negli Usa è già pronta la terza) lo scenario è quello degli “stand up comedian”, ossia chi fa battute monologando su un palco. Da una parte c’è Deborah Vance (la formidabile Jean Smart), ricca e famosa attrice sul viale del tramonto che, licenziata da Las Vegas, è costretta a partire per un tour on the road.

Dall’altra parte, invece, c’è Ava Daniels (Hannah Einbinder), una giovane autrice comica cresciuta sui social e in tv, e alla disperata ricerca di lavoro. Diversissime. Due modi di affrontare la vita e la comicità in un susseguirsi di dialoghi e situazioni esilaranti e imprevedibili. Un inno al potere salvifico della risata, che esorcizza infanzie infelici, matrimoni falliti, famiglie disfunzionali, solitudini esistenziali e persino... funerali.

Seguici