Home TvSerie tv«Hill House», un sapiente mix tra family drama e horror soprannaturale

«Hill House», un sapiente mix tra family drama e horror soprannaturale

La nuova serie di Netflix tratta dall'omonimo romanzo di Shirley Jackson del 1959 sorprende per quanto riesca a essere paurosa e angosciante, ma allo stesso tempo accattivante e impossibile da non terminare

Foto: «Hill House»  - Credit: © Netflix

17 Ottobre 2018 | 17:27 di Stefano Gradi

«The Haunting of Hill House», o più semplicemente «Hill House» come viene chiamata in Italia, è la nuova serie horror di Netflix, arrivata giusto in tempo per Halloween. Attenzione però, non fatevi trarre in inganno dalla definizione "horror": a tutti gli effetti ci troviamo davanti a un complesso e appassionante family drama, accompagnato da elementi soprannaturali e inquietanti, senza alcuna scena splatter.

Ma andiamo con ordine. La serie è tratta dall'omonimo romanzo di Shirley Jackson pubblicato nel 1959 e vede Hugh Crain (Henry Thomas) caricare in auto i suoi 5 figli e abbandonare, in fretta e furia e in piena notte, Hill House, un austero maniero che, si scoprirà solo più tardi, nasconde un notevole quantitativo di misteri. Primo tra tutti, la sorte di Olivia (Carla Gugino), sua moglie e madre dei bambini.

Subito ci si rende conto di aver assistito a quanto accaduto una trentina di anni fa e si viene riportati al presente, dove si inizia a conoscere la famiglia Crain con i bambini ormai cresciuti e impegnati nel convivere con quanto accaduto loro in passato.

Un passato che viene raccontato con continui salti temporali che approfondiscono diversi momenti della vita passata di Steven (Michiel Huisman e Paxton Singleton), Shirley (Elizabeth Reaser e Lulu Wilson), Luke (Oliver Jackson-Cohen e Julian Hillard), Theodora (Kate Siegel e Mckenna Grace) e Nell (Victoria Pedretti e Violet McGraw).

Un inizio che diventa ancora più sconvolgente quando un evento improvviso li costringe a riunirsi e tornare a Hill House 30 anni dopo.

La storia viene raccontata con un ritmo preciso, cadenzato (non vi diamo altri dettagli per non rovinare la trama), a tratti lento, a tratti sconvolgente.

Mike Flanagan (regista e sceneggiatore della serie) ha sapientemente usato ogni elemento a sua disposizione per farci affezionare ai diversi personaggi e poi sconvolgerci raccontandoci quanto accaduto loro in passato e quanto debbano sopportare nel presente.

Hill House si divide in dieci episodi carichi di tensione, a tratti terrificanti, che fanno leva sulla carica emotiva degli spettatori. Indubbiamente una delle migliori serie dell’anno. E non vi diciamo niente a proposito dell’incredibile episodio sei.

Siamo stati a Londra per incontrare gli attori protagonisti e farci raccontare da loro i segreti di Hill House, trovate tutto nel video qui sopra.