“Hotel Portofino”, un’inglese in Liguria tra intrighi e lusso

Su Rai1 la serie in costume con Natascha McElhone, ambientata nella celebre località

25 Luglio 2023 alle 08:09

Siamo nel 1926. L’intraprendente Bella Ainsworth (Natascha McElhone), figlia di un ricco industriale inglese, si trasferisce a Portofino, nella Riviera ligure, con il marito Lord Cecil Ainsworth (Mark Umbers), appartenente a un famiglia nobile in declino, per gestire un lussuoso hotel in puro stile british. Con loro ci sono i due figli. Il maschio, Lucian (Oliver Dench), è ancora sconvolto dagli orrori della Grande Guerra, a cui ha preso parte. E mentre Bella prova a fare del suo meglio per avere successo con la sua clientela altolocata, il Paese, con Benito Mussolini, scivola verso la dittatura. Da martedì 25 luglio parte su Rai1 "Hotel Portofino", la fiction in sei episodi che ci porterà alla scoperta di intrighi, abiti da favola e luoghi da sogno.

La serie in costume è ambientata nella splendida località del Tigullio, sebbene sia girata anche in Croazia. Le riprese in interni hanno infatti coinvolto tre città croate, ovvero Rovigno, Fiume e Laurana, dove si trova la villa che ospita l’hotel. Ma restano moltissimi i richiami alla Liguria: il mare, il sole e soprattutto le prelibatezze della cucina locale, che vengono servite nell’albergo. Tra le scene è possibile riconoscere le casette colorate del porticciolo, i vicoli, la piazzetta e la facciata gialla della Chiesa di San Giorgio a Portofino. Non mancano, poi, alcuni scorci della spiaggia del Castello di Rapallo, della zona di San Michele di Pagana, della strada litoranea e anche alcuni affacci su Santa Margherita Ligure, sempre nelle vicinanze di Portofino. In un episodio, nominata più volte nel corso della storia, compare Genova, con la fontana di piazza De Ferrari e i portici di via XX Settembre.

Curatissimi poi i costumi, dai completi di lino ai costumi da bagno dell’epoca, dagli abiti a vita bassa e perline ai vestiti da sera abbaglianti: tutto cattura perfettamente il glamour degli Anni 20. «Per prima cosa mi sono documentata sugli artisti dell’epoca, come il pittore francese Henri Matisse, con il suo uso dei colori» ha detto la costumista Louise Nissen. «Ho consultato i cataloghi dei grandi magazzini di allora, soprattutto quello di Selfridge. E poi ho studiato l’archivio dei principali stilisti di moda dell’epoca, tra cui Madeleine Vionnet e Paul Poiret.

A interpretare Bella è Natascha McElhone, indimenticabile co-protagonista del filmissimo "The Truman Show" con Jim Carrey. «Ho voluto calare Bella nella società del periodo, in cui il mondo femminile ruotava principalmente intorno al microcosmo familiare» ha spiegato. «Ma è anche una donna d’affari innovativa e moderna. Per esempio, in cucina incoraggia l’uso dell’olio d’oliva al posto del tradizionale burro e serve Prosecco italiano in hotel. E poi ho cercato di amplificare la grande generosità che dimostra nel rapporto paritario con il personale dell’albergo, un atteggiamento davvero inusuale per quell’epoca e anche criticato» ha concluso.

Seguici