“Il villaggio dei dannati”: quando l’incubo di un genitore diventa realtà

Debutta venerdì 17 giugno su Sky il nuovo adattamento (televisivo) del romanzo "I figli dell'invasione" di John Wyndham

Il villaggio dei dannati
"Il villaggio dei dannati"  Credit: © Sky
17 Giugno 2022 alle 08:30

È uno dei titoli da brivido per l’estate, "Il villaggio dei dannati", nuova serie Sky Original, che debutta venerdì 17 giugno su Sky e in streaming su Now. Se il titolo non suona nuovo agli appassionati di horror, non c’è da stupirsi, perché si tratta del nuovo adattamento del celebre romanzo di fantascienza del 1957 di John Wyndham "I figli dell'invasione" (in Italia pubblicato da Mondadori nel 1973). L’opera di Wyndham era già stata adattata per il cinema tre volte: nel 1960 nel film di Wolf Rilla, nel 1963 con Anton Leader e nel 1995 dal maestro John Carpenter, che sviluppò il remake del film originale (di Rilla), portando l’ambientazione negli Stati Uniti.

In questa serie si torna invece all’ambientazione originale in Gran Bretagna. La placida cittadina di Midwich diventa teatro di una storia che mette in scena una delle paure dell’essere genitori, cioè che i figli possano desiderarne la distruzione. Il racconto da incubo ha come protagonisti due volti noti del panorama inglese (infatti sono entrambi nominati ai BAFTA, gli “Oscar inglesi”), cioè Keeley Hawes ("Bodyguard", "It's a Sin") e Max Beesley ("The Outsider", "Suits").

Eliza Mellor ("Poldark", "Dietro i suoi occhi") è la produttrice della serie "Il villaggio dei dannati", che è stata diretta da Alice Troughton ("Baghdad Central", "Cucumber", "Il manoscritto delle streghe"), regista principale affiancata da Jennifer Perrott ("Gentleman Jack", "Doctor Who") e Börkur Sigthorsson ("Trapped").

La trama

La tranquilla Midwich, una sonnolenta cittadina del sud dell'Inghilterra, è un posto perfetto per far crescere dei bambini. Una notte di settembre, però, gli abitanti di una discreta porzione dell'area residenziale perdono conoscenza senza un apparente motivo. Esseri umani e animali, tutti cadono a terra senza preavviso. Per dodici ore non si riesce a entrare nella zona del blackout e, come se non bastasse, i telefoni, i satelliti, le fotocamere e le videocamere non funzionano. Nessuno sa di preciso cosa sia successo. Poi, all'improvviso, tutto sembra tornare alla normalità. Sembra. Perché in quelle dodici ore in realtà è successo qualcosa di inspiegabile: ogni donna in età fertile è infatti rimasta incinta. I bambini nati in queste circostanze, un gruppo di individui decisamente particolari, vengono rinominati «The Midwich Cuckoos». A causa loro, niente sarà più come prima in quella che una volta era una comunità coesa e pacifica e che ora è invece divisa e diffidente. In gioco c'è il futuro dell'intera cittadina: come evitare una potenziale catastrofe? Come riportare l'ordine e la normalità, qualunque cosa significhi?

Il trailer

Seguici