“Incastrati”: trama, cast e personaggi della prima serie di Ficarra e Picone

Su Netflix il 1°gennaio debutta la prima serie scritta, diretta e interpretata da Ficarra e Picone, alle prese con una storia crime e comica

Incastrati: FIcarra e Picone
1 Gennaio 2022 alle 09:00

Debutta su Netflix il 1°gennio la miniserie "Incastrati" del duo composto da Ficarra e Picone. Scritta (con Fabrizio Testini, Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli), diretta e interpretata da Salvo Ficarra e Valentino Picone, la serie in sei episodi è prodotta da Attilio De Razza per Tramp Limited ed è interamente girata in Sicilia.

In bilico tra il crime e la comedy, la miniserie "Incastrati" segna il debutto nella serialità di Ficarra e Picone, che insieme hanno ideato e diretto ben sei pellicole, di cui naturalmente sono stati anche protagonisti: "Il 7 e l'8" (2007), "La matassa" (2009), "Anche se è amore non si vede" (2011), "Andiamo a quel paese" (2014), "L'ora legale" (2017), "Il primo Natale" (2019).

«Realizzare "Incastrati" è stato ironizzare e giocare con la struttura seriale, che è diversa da quella che eravamo abituati a frequentare» raccontano i due alla stampa. «A stimolarci è stato il fatto di misurarci con una cosa assolutamente nuova, allungare la storia: la trama in più episodi, come se fosse un film molto più lungo, ci dava la possibilità di approfondire l'avventura e la psicologia dei personaggi, le loro aspirazioni, le loro paure, le sconfitte e le rialzate. Così dopo un po' abbiamo acquisto anche noi la 'metrica' del prodotto seriale».

Anche se si tratta di una prima prova con la serialità, "Incastrati" è caratterizzata dal linguaggio e l’ironia tipici di Ficarra e Picone, che hanno sviluppato una storia crime in stile commedia degli equivoci. «Il registro è sempre comico, ironico e auto-ironico, noi puntiamo a divertire, non a consolare, senza però mai dimenticare vizi e virtù» spiegano infatti Ficarra e Picone della serie che parla anche di mafia e di corruzione: «corruzione dal basso verso l’alto, ma sono argomenti sfiorati: si racconta un mondo attualizzandolo rispetto ai nostri altri film come "L'ora legale"». «Per "Incastrati" è stato bello raccontare di nuovo una certa Sicilia; una certa mafia, nascosta ma (ahinoi) lontana dall’essere definitivamente sconfitta».

C'è poi una componente decisamente umoristica, poiché la serie scherza sulla passione per le serie tv stesse, in particolare quelle crime: del resto, «Noi siamo appassionati di serie tv, ma facciamo ironia su tutto, anche su noi stessi» conclude Ficarra, che infatti interpreta Salvo, un appassionato di serie gialle.

La trama

Ambientata a Palermo, la storia segue le (dis)avventure di Salvo e Valentino. I due sono amici d’infanzia, colleghi (sono tecnici della televisione) e sono anche cognati, poiché Salvo è sposato con la sorella di Valentino, Ester. Un giorno i due uomini rimangono coinvolti in un omicidio. Cercando di scappare dalla scena del crimine, i due si mettono sempre più nei guai in un crescendo di eventi che li porterà addirittura a dover fare i conti con la mafia.

Il trailer

Seguici