“Irma Vep”: Alicia Vikander nella serie diretta da Olivier Assayas

In onda su Sky e in streaming su Now dal 3 agosto

Alicia Vikander è Irma Vep nella serie scritta e diretta da Olivier Assayas, su Sky dal 3 agosto.
3 Agosto 2022 alle 07:59

Si puo' vedere su

Debutta in onda su Sky e in streaming su Now dal 3 agosto “Irma Vep - La vita imita l’arte”, la serie che il regista Olivier Assayas (“Personal Shopper”, “Il gioco delle coppie”) ha scritto partendo dal suo omonimo film del 1996, a sua volta ispirato al classico del cinema muto “Les Vampires” (I vampiri) di Louis Feuillade. 

Come si incastrano i tre? Vediamolo in ordine cronologico. Nel 1915 esce il film a episodi di Feuillade, erotico e sovversivo titolo del cinema muto, la cui iconica eroina Irma Vep finisce per influenzare la cultura popolare di intere generazioni. Olivier Assayas nel 1996 scrive e dirige “Irma Vep”, con protagonista la star del cinema di Hong Kong Maggie Cheung, che nel film interpreta se stessa, chiamata a Parigi per il ruolo di Irma Vep nel remake di “I Vampiri”. Oggi Assayas riprende le linee narrative del suo film, rivisitando e ampliando intere scene in una nuova serie con protagonista Alicia Vikander (“Ex Machina”, “The Danish Girl”). 

Sono otto gli episodi di “Irma Vep - La vita imita l’arte”, la serie presentata allo scorso Festival di Cannes e prodotta da HBO con A24: una dimostrazione di come il regista sia stato talmente colpito dalla storia di questa eroina da voler tornare sui suoi passi e farla rivivere anche sul piccolo schermo con una produzione che trasuda magnetismo e sensualità. 

Mira (Alicia Vikander) è una nuova stella di Hollywood. Delusa da una carriera che sembra essere già scritta nello show business a suon di supereroi in stile DC e Marvel, oltre che la recente fine della sua storia sentimentale con Laurie (Adria Arjona), decide di prender parte alla produzione che lo scapestrato regista René Vidal (Vincent Macaigne) sta tenendo a Parigi sui vampiri, dove interpreterà l’enigmatica Irma Vep. Malgrado siano molto diversi tra loro, Mira e René condividono le stesse frustrazioni da set: mentre lei tenta di essere convinta dalla sua agente a partecipare a un reboot su Silver Surfer, lui ha continui problemi di budget coi finanziatori, più interessati al marketing che non al valore artistico di ciò su cui sta lavorando. Mira, inoltre, già in piena crisi d’identità, subisce le continue provocazioni della sua ex, anche lei a Parigi con un nuovo amante. Mira, per fuggire dalla realtà, finisce così a identificarsi troppo nella vampira che deve interpretare per il serial francese. 

Alicia Vikander ha una fisicità e una carica sensuale perfetta per interpretare il personaggio di Irma Vep, su cui il regista Olivier Assayas costruisce questa volta una storia che sfocia in una riflessione sull’attuale mondo dello showbiz. I toni non sono mai pesanti, anzi: “Irma Vep - La vita imita l’arte” ha il pregio di essere intrisa di humor, di quello un po’ intellettuale che a volte ormai ci manca al cinema, con l'ironia sui cineasti idealisti e un po’ nerd che ancora oggi si ostinano a fare cinema d’autore in un mondo produttivo che sembra più che altro demotivarli. È una bella storia, ben recitata, di cui assorbire ogni dialogo (e ce ne sono tanti, come il cinema di Assayas vuole). 

Nel cast, oltre ad Alicia Vikander, ci sono Vincent Macaigne (René Vidal), Jeanne Balibar (Zoe), Devon Ross (Regina), Lars Eidinger (Gottfried), Vincent Lacoste (Edmond Lagrange), Nora Hamzawi (Carla), Adria Arjona (Laurie), Carrie Brownstein (Zelda) e molti altri. 

Seguici