Kasia Smutniak è la regina di Roma in “Domina”

Una serie storica in otto puntate che vedremo su Sky Atlantic e Now a partire dal 14 maggio

Kasia Smutniak in "Domina"  Credit: © Sky
11 Maggio 2021 alle 09:10

Un cast e una produzione internazionale... e una protagonista che lo è ancora di più. Kasia Smutniak è nata in Polonia, è cresciuta artisticamente in Italia e parla quattro lingue, tra cui l’inglese che ha usato sul set di "Domina", la serie storica in otto puntate che vedremo su Sky Atlantic a partire dal 14 maggio (e disponibile, dallo stesso giorno, anche su Now).

Girata quasi interamente a Cinecittà, "Domina" racconta l’ascesa di Livia Drusilla, personaggio reale e centrale della storia di Roma, dalla sua caduta in disgrazia all’ascesa al titolo di Augusta, riservato alla moglie dell’imperatore: sposò infatti in seconde nozze Augusto (e dopo la morte fu addirittura adorata pubblicamente per ordine del nipote Claudio, diventando “la Divina Augusta”).

La storia di Roma è stata raccontata molte volte, ma raramente da un punto di vista femminile. Un chiaro segno dei tempi, come ha sottolineato l’ideatore (e sceneggiatore) Simon Burke, che in Livia ha visto una precorritrice delle moderne lotte per l’indipendenza e la parità delle donne.

La serie infatti racconta come Livia, pur non potendo detenere il potere ufficialmente, riuscirà con il suo coraggio e la la sua intelligenza politica a diventare la persona più influente di Roma. Nel cast c’è anche Isabella Rossellini nel ruolo della astuta e spietata Balbina, tenutaria di un bordello. E poi volti noti come Liam Cunningham (già tra i protagonisti di "Il trono di spade", qui interpreta il padre di Livia) e Matthew McNulty (è Gaio Ottaviano, il futuro imperatore, che poi prenderà il titolo di Augusto). Nei panni di Livia da ragazzina, nelle prime due puntate, c’è invece l’inglese Nadia Parkes.

Seguici