“Ku’damm 63”, su Rai3 il terzo capitolo della saga

Le piccole donne sono cresciute, dopo aver superato i bui Anni 50 raccontati in "Ku’damm 56" e "Ku’damm 59", da sabato 3 luglio si ritrovano catapultate in un mondo del tutto nuovo

2 Luglio 2021 alle 12:21

Le piccole donne sono cresciute. E, dopo aver superato i bui Anni 50 raccontati in "Ku’damm 56" e "Ku’damm 59", nel terzo capitolo della saga, al via sabato 3 luglio su Raitre, si ritrovano catapultate in un mondo del tutto nuovo. In "Ku’damm 63 - Una strada verso il domani" le vicissitudini di Caterina Schollack (Claudia Michelsen) e delle sue tre figlie ripartono infatti nella Berlino del 1963.

Il mondo occidentale sta cambiando volto, è diventato più aperto e liberale, la moda e la musica internazionali imperversano. Ma Monika (Sonja Gerhardt) e le sorelle continuano a lottare per una maggiore libertà ed emancipazione, nonostante le difficoltà a realizzare le loro aspirazioni. Se la madre fatica ad adeguarsi ai nuovi tempi guardando al passato con nostalgia e rimpianto, le tre ragazze sono maturate e in grado di affrontare le sfide della vita. Helga (Maria Ehrich), sposata con Wolfgang, diventa direttrice di una scuola di ballo e qui incontra un affascinante insegnante argentino. Ben presto tra i due esplode una passione che lei non ha mai conosciuto prima, ma non priva conseguenze... Anche il matrimonio di Eva (Emilia Schule) con Jurgen, medico molto più anziano di lei, è in crisi a causa del temperamento autoritario e violento dell’uomo. Ma Eva non soccombe e tira fuori tutta la grinta necessaria per reagire e imporsi. L’unica che sembra aver coronato i suoi sogni è Monika. Compositrice, ha sposato l’uomo che ama, Joachim. Ma presto la felicità lascia il posto a una grande sofferenza che rischierà di far crollare tutto.

Seguici