“La ferrovia sotterranea”: dal romanzo Premio Pulitzer la nuova serie Prime Video

Diretta dal premio Oscar Barry Jenkins e adattamento del romanzo di Colson Whitehead, in streaming il 14 maggio

"La ferrovia sotterranea"  Credit: © Prime Video
14 Maggio 2021 alle 17:24

Si puo' vedere su

È diretta dal premio Oscar Barry Jenkins (“Moonlight”, “Se la strada potesse parlare”), la serie tratta da “La ferrovia sotterranea” - titolo originale, “The Underground Railroad” - il romanzo di Colson Whitehead vincitore del Premio Pulitzer nel 2020. I suoi dieci episodi, della durata di circa un'ora ciascuno, sono disponibili dal 14 maggio su Amazon Prime Video.

La trama

Una storia dura e impervia che racconta la disperata fuga verso la libertà della giovane Cora (Thuso Mbedu), nell’America del Sud pre-Guerra Civile. Riuscita a scappare da una piantagione in Georgia, Cora si mette alla ricerca della più volte citata “ferrovia sotterranea”, scoprendo che non si tratta di una leggenda o di una metafora, ma di una rete segreta di tunnel e binari sotto il suolo sudista. Nella sua fuga, è inseguita dal cacciatore di taglie Ridgeway (Joel Edgerton), determinato a riportarla nella piantagione da cui è evasa, reo di non esserci riuscito con la madre della ragazza, Mabel (Sheila Atim). Mentre è costretta a fare i conti, da un punto di vista sia emotivo sia pratico, con l’abbandono della donna, Cora continua a spostarsi da uno stato all’altro alla ricerca di una nuova vita e di una felicità possibile.  

“La ferrovia sotterranea” è un’opera profonda e dolorosa, per raccontare la schiavitù annientando lo spettatore con la ricostruzione di una storia che è verità e che esce dai fatti di comune insegnamento scolastico e di rappresentazione. Barry Jenkins, che da sempre attraverso il suo cinema lavora a un percorso politico oltre che creativo di denuncia e consapevolezza, è perfetto nella costruzione del dramma, non avendo mai paura di mostrare fino in fondo gli orrori della schiavitù, senza però cadere nel finto eccesso o nello shock momentaneo. La serie parte dal passato per raccontare un presente dove parlare di emancipazione e parità non è ancora possibile. Non è adatta a tutti i palati, sia per ciò che mostra sia per come lo fa, ma è senza dubbio un prodotto televisivo importante. 

Il cast

Nel cast, oltre a Thuso Mbedu nel ruolo di Cora, ci sono Joel Edgerton (“The King”, “Loving”) in quello dell’aguzzino Ridgeway, Aaron Pierre (“Britannia”) in quelli di Caesar, Chase Dillon in quelli di Homer e William Jackson Harper in quelli di Royal. 

Seguici