Home TvSerie tvLiam Cunningham presenta a Benevento “The Hot Zone”

Liam Cunningham presenta a Benevento “The Hot Zone”

L'attore, Ser Davos di "Il trono di spade", era presente per l'anteprima nuova serie tv targata National Geographic sulla scoperta del virus Ebola nella quale interpreta un famoso ed esperto patologo

15 Luglio 2019 | 12:22 di Antonella Silvestri

Il suo arrivo era atteso da giorni e quando Liam Cunningham, star di “Il trono di spade” è giunto a Benevento il 12 luglio per la terza edizione del “Festival nazionale del cinema e della televisione” fan e curiosi non credevano ai loro occhi. L’attore ha salutato tutti dimostrandosi disponibile e alla mano. Non si è sottratto agli autografi e alle foto ricordo che tanti fans gli hanno chiesto.

Cunningham ha presentato in anteprima italiana i primi due episodi di “The Hot Zone”, la nuova serie tv targata National Geographic sulla scoperta del virus Ebola. Interpreta Wade Carter, un famoso patologo e uno dei massimi esperti di ebola al mondo, un vero cacciatore di virus.

L'attore, noto al grande pubblico per il ruolo di Ser Davos Seaworth in “Il trono di spade” (per il quale ha ricevuto il premio come migliore attore non protagonista all’Irish Film and television Awards) ha ottenuto anche il riconoscimento come migliore attore per “Il vento che accarezza l’erba” (2006) di Ken Loach e migliore attore non protagonista in “Hunger” (2008 di Steve McQueen.

Sorrisi lo ha intervistato durante l’incontro tenuto con i giornalisti proprio durante il “Festival Nazionale del Cinema e della Televisione - Città di Benevento”, fondato e diretto Antonio Frascadore, il primo ed unico evento in Italia ad unire in una sola manifestazione il mondo del piccolo e grande schermo, attraverso eventi, incontri, interviste, spettacoli, concerti, concorsi, masterclass, proiezioni e dibattiti, aperti al pubblico. La kermesse è organizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema, la Regione Campania, l’Istituto Luce, la Camera di Commercio di Benevento, l’Università degli Studi del Sannio, il Comune di Benevento e la Provincia di Benevento, con la partecipazione di Indigo Film, Lucisano Media Group, Vision Distribution e Taodue.