“L’ispettore Barnaby”, 22 stagioni di giallo e mistero

Va in onda in Italia dal 2003, ma non risente minimamente dell’età

8 Novembre 2021 alle 08:56

Va in onda in Italia dal 2003, ma non risente minimamente dell’età. "L’ispettore Barnaby" continua ad appassionare i fan del genere poliziesco, che lo seguono ogni lunedì su Giallo. Qui, dall’8 novembre, parte la 22a stagione. E noi siamo andati a indagare sulle curiosità della serie inglese.

I luoghi

La verde Contea di Midsomer e la cittadina di Causton non esistono. Le location sono composte da più luoghi e città come: Wallingford, Henley-on-Thames, Warbourough, Oxford, Gloucester e le Cotswolds.

L’umorismo

Nelle sue indagini, l’ispettore Barnaby (Neil Dudgeon) può contare su due validi e ironici collaboratori. Con il giovane e arguto sergente Jamie Winter (Nick Hendrix) c’è una dinamica simile a quella tra padre e figlio. Ed è Jamie che ha trovato Paddy, l’adorabile cane adottato dalla famiglia Barnaby. Mentre l’anatomopatologa Fleur Perkins (Annette Badland) si distingue per il senso dell’umorismo e la prontezza nell’affrontare i casi.

Imprevedibile

La serie ha la struttura del giallo classico in stile Agatha Christie: il ragionamento e le deduzioni del detective sono al centro della soluzione dei casi. E, se il pubblico crede di aver risolto il mistero prima della fine della storia, viene sorpreso da un colpo di scena.

Non solo lavoro

Barnaby coltiva i piaceri della vita: una birretta ogni tanto e la buona cucina. Il suo piatto preferito è il tradizionale pollo arrosto con patate.

La musica

La colonna sonora è un valzer eseguito con uno strumento particolare, il theremin (usato anche nei film horror), il cui suono è molto inquietante.

Seguici