“M. Il figlio del secolo”: il romanzo di Scurati diventa una serie Sky

Il bestseller vincitore del premio Strega sarà una serie tv Sky Original in arrivo nel 2023

La copertina di "M. Il figlio del secolo" di Antonio Scurati
6 Aprile 2022 alle 15:12

Sarà una serie Sky Original "M. Il figlio del secolo", l’adattamento all’omonimo romanzo bestseller di Antonio Scurati. Il romanzo che ha vinto il premio Strega nel 2019 ha venduto oltre 600.000 copie ed è stato tradotto ad oggi in 46 paesi, compresi gli Stati Uniti in cui è appena uscito, edito da Harper Collins. È il primo di una trilogia su Benito Mussolini, di cui Scurati ha scritto nel 2020 la seconda parte "M. L'uomo della provvidenza", che segue la parabola del dittatore dal 1925 al 1932. Il primo volume, come la serie, racconta la nascita del fascismo in Italia e l'ascesa al potere del Duce.

Prodotta da Lorenzo Mieli con The Apartment Pictures (società del gruppo Fremantle) in collaborazione con Pathé, la serie in 8 episodi comincerà le riprese nel 2023, per essere poi distribuita su Sky e in streaming su Now in tutti i territori Sky in Europa. A scrivere la sceneggiatura è Stefano Bises ("Gomorra – La Serie", "The New Pope", "ZeroZeroZero", la serie su Francesco Totti "Speravo de morì prima"), affiancato da Davide Serino ("1992", "1993", "Il Re" con Luca Zingaretti). "M. Il figlio del secolo" racconterà gli accadimenti con accuratezza storica: ogni evento, personaggio, dialogo e discorso sarà storicamente documentato o testimoniato da più fonti.

Antonio Scurati ha dichiarato: «M narra – per la prima volta dall’interno – l’avvento della dittatura fascista e il potere sinistro del dittatore, Benito Mussolini. Un tema di tragica attualità. Sono felice che una serie prolunghi il progetto letterario. Abbiamo bisogno di narrazioni capaci di risvegliare la passione della libertà. La lotta tra democrazia e dittature non è finita». La serie ripercorrerà la storia dalla fondazione dei Fasci Italiani nel 1919 fino al famigerato discorso di Mussolini in parlamento dopo l'omicidio del deputato socialista Giacomo Matteotti nel 1925. Offrirà inoltre uno spaccato del suo privato e delle sue relazioni personali, tra cui quelle con la moglie Rachele, l’amante Margherita Sarfatti e con altre figure iconiche dell'epoca.

«Il libro di Antonio Scurati è un'opera senza precedenti nella letteratura italiana, per audacia, originalità, accuratezza» ha dichiarato Nils Hartmann Executive Vice President Sky Studios Italy and Germany «Realizzare una serie tv basata su questo lavoro è un'opportunità che non potevamo lasciarci sfuggire. Con la collaborazione e la creatività del team di The Apartment, ci caliamo nel materiale incandescente di questo racconto, per offrire al pubblico di Sky una serie originale davvero unica, sull’ascesa e la caduta di un uomo e su quell'eredità storica con cui il nostro Paese e il mondo devono ancora fare i conti». Ancora, Antonella d’Errico Executive Vice President Programming Sky Italia ha aggiunto: «M è un libro eccezionale e potentissimo, che raccontando quel “figlio del secolo” che così profondamente ha segnato il nostro Novecento, fa della nostra storia più recente e dolorosa, e del suo protagonista, un romanzo davvero unico nel suo genere. Un racconto necessario e urgente che siamo orgogliosi di portare sullo schermo, insieme a The Apartment e in compagnia dell’autore Antonio Scurati. Ci addentriamo in un territorio controverso, affrontando un tema duro e ancora per larga parte irrisolto della nostra contemporaneità, con quello che speriamo sia per i nostri spettatori un importante viaggio emotivo e intellettuale. Un viaggio che, siamo sicuri, ci coinvolgerà totalmente».

Infine Lorenzo Mieli, CEO The Apartment Pictures: «Realizzare questa serie oggi ha un grande valore. In questi anni abbiamo assistito alla nascita di forme nuove di populismo, sovranismo e autoritarismo. Tracce dell’uomo che cento anni fa fece la Marcia su Roma si possono ritrovare in molti protagonisti dei tempi in cui viviamo. Ancor più adesso che l’Europa è tornata ad essere teatro di guerra. “M” racconta i meccanismi perversi di empatia e violenza, di manipolazione e modernità che un secolo fa hanno travolto l’Italia. E poco dopo il mondo. È un racconto di straordinaria attualità, ma anche un viaggio nelle smodate ambizioni, capacità seduttive, relazioni e paure di un uomo che ha fatto innamorare di sé una parte consistente del popolo italiano per poi trascinarlo in un baratro. In cui alla fine lui stesso ha trovato la morte».

Seguici