“Monterossi”: trama, cast e personaggi

Su Prime Video dal 17 gennaio la serie con Fabrizio Bentivoglio nei panni del famoso “detective per caso” Carlo Monterossi

Fabrizio Bentivoglio è "Monterossi" nella serie dedicata al personaggio creato da Alessandro Robecchi, su Prime Video dal 17 gennaio
17 Gennaio 2022 alle 10:57

Si puo' vedere su

Fabrizio Bentivoglio (“Il capitale umano”, “Ricordati di me”) è Carlo Monterossi, famoso protagonista dei romanzi di Alessandro Robecchi (editi in Italia da Sellerio), nella serie Amazon Original in streaming su Prime Video nella sua completezza dal 17 gennaio. Nello specifico, le sei puntate di cui si compone “Monterossi” sono tratte dai romanzi “Questa non è una canzone d’amore” (le prime tre) e “Di rabbia e di vento” (le altre tre).

La regia della serie è stata affidata a Roan Johnson, che con la serialtà e la trasposizione di storie dalla pagina alla tv aveva già dimestichezza grazie a esperienze come quella sul set di “I delitti del BarLume”, dalla saga letteraria creata da Marco Malvaldi. 

«Il passaggio dalla carta alla tv è stato sorprendente: lo è vedere personaggi che assumono un volto e fatti che si compiono. Inoltre ho trovato entusiasmante il lavoro realizzato con quella che potremmo definire "una somma di intelligenze" sul racconto. Quando mi chiedevo come Roan avrebbe fatto a tradurre alcune parti in sceneggiatura, lui è riuscito sempre a stupirmi» ha detto lo scrittore Alessandro Robecchi durante la conferenza stampa di presentazione della serie. 

Ambientata a Milano, la serie ha come protagonista un uomo che, dopo essere stato aggredito in casa propria con una pistola, decide di portare avanti, parallelamente a quelle della polizia, le indagini su quanto accaduto insieme a due fidati collaboratori. Appassionato di Bob Dylan e nostalgico dotato d’ironia «Carlo Monterossi è un vincente involontario innamorato dei perdenti» così lo definisce Robecchi

«Non abbiamo messo molto mano al materiale già presente nei romanzi di Alessandro Robecchi» ha detto il regista Roan Johnson in conferenza. «Ci sono due grossi protagonisti in questa serie: Monterossi e Milano. I due si scontrano di continuo, in un conflitto tra amore e odio. Monterossi ama Milano, che però è una città che non riconosce più: la modernità lo sta assediando. È nel posto sbagliato. A partire da quando gli sparano. Evento che però gli dà la possibilità di iniziare a indagare e scoprire cose su Milano, sul crimine e soprattutto su se stesso». 

Il cast

Insieme a Fabrizio Bentivoglio, nel cast della serie che è anche una spietata critica a una certa tv “pornografia dei sentimenti e fucilazione del pudore” come la definisce l’autore dei romanzi da cui è tratta, ci sono anche Diego Ribon (“Le conseguenze dell’amore”, “Romanzo di una strage”), Donatella Finocchiaro (“Capri-Revolution”, “Le sorelle Macaluso”), Martina Sammarco (“I due papi”), Luca Nocera (“Lovers”), Tommaso Ragno (“Il miracolo”, “Anna”), Beatrice Schiros (“Il divino codino”, “La pazza gioia”), Maria Paiato (“Quo Vadis Baby?”, “Fedeltà”) e Carla Signoris (“Ridatemi mia moglie”, “Le fate ignoranti”). 

Seguici