Sanremo 2021

“Raised By Wolves – Una nuova umanità”: la serie firmata Ridley Scott su Sky

Atmosfere sci-fi per la prima serie tv del regista di “Alien” e “Prometheus”, su Sky Atlantic e NowTv dall’8 febbraio

"Raised by the wolves"
8 Febbraio 2021 alle 12:13

Nei dieci episodi di “Raised By Wolves - Una nuova umanità”, la serie tv che debutta l’8 febbraio su Sky Atlantic alle ore 21.15 e in streaming su NowTv, c’è moltissimo di Ridley Scott. Il “papà” di cult sci-fi come “Alien”, “Blade Runner” e “Prometheus” fa sia da produttore esecutivo sia da regista dei primi due episodi, firmando così la sua prima esperienza dietro la macchina da presa su una produzione televisiva.

Si tratta di una favola distopica di fantascienza che affronta alcune tematiche care al cinema di Scott: incontri e scontri tra esseri umani e intelligenza artificiale, ciascuno coi suoi punti di forza e di debolezza, un sottotesto religioso che punta al racconto di un’utopia in cui allo spettatore non vengono quasi mai regalate previsioni rosee su una futura convivenza tra le due parti. Ovviamente non mancano nemmeno “i mostri”: creature aliene che sopraggiungono per atterrire e sconvolgere la vita umana.

La trama e il cast

La serie ha come protagonisti due androidi: Madre (Amanda Collins) e Padre (Abubakar Salim). Conosciamo la coppia in fuga dalla Terra, devastata dalla guerra tra atei e mitraici (un ordine religioso di stampo cristiano), per colonizzare il pianeta Kepler-22b, deserto ma pacifico. I due portano con sé diversi embrioni umani con l’obiettivo di riprodursi e avviare una nuova civiltà.

Dodici anni dopo, mentre il futuro della colonia inizia ad apparire cupo, Madre e Padre scoprono di non essere i soli terrestri rifugiati in quella parte di Universo. Un gruppo di umani è sbarcato su un pianeta vergine, tra cui diversi mitraici e atei che riprendono il conflitto tra di loro, mettendo a repentaglio la vita della comunità.


“Raised By Wolves - Una nuova umanità” è una serie realizzata con atmosfere dal forte impatto visivo, che prova a raccontare e analizzare i risvolti più cupi delle credenze - soprattutto religiose - umane. Creata e scritta da Aaron Guzikowski, sceneggiatore di “Prisoners”, è già stata rinnovata per una seconda stagione.

Seguici