Home TvSerie tv«Save Me»: la nuova crime story inglese in onda su Sky Atlantic

«Save Me»: la nuova crime story inglese in onda su Sky Atlantic

La produzione firmata Sky UK racconta la misteriosa scomparsa di una teenager ed è scritta, prodotta e interpretata da Lennie James. Un thriller classico con inserti di comedy

25 Settembre 2018 | 14:04 di Valentina Barzaghi

Il 28 settembre 2018 arriva su Sky Atlantic «Save Me», un’ottima crime story prodotta da Sky UK. La serie tv in sei puntate scritta, prodotta e interpretata da Lennie James è un thriller classico che inizia dalla misteriosa scomparsa di una teenager.

La trama

Jody (Indeyarna Donaldson-Holness) ha tredici anni. La sera prima di scomparire, lascia un videomessaggio alla madre in cui dice di non preoccuparsi, che sta andando a trovare il padre che non ha mai conosciuto. L’uomo si chiama Nelson ’Nelly’ Rowe (Lennie James) ed è un donnaiolo con seri problemi d’alcolismo che sbarca il lunario come può tra un lavoretto e l’altro. La sua esistenza subisce una profonda trasformazione quando la polizia lo arresta con l’accusa di aver rapito la ragazzina, che invece lui non ha nemmeno mai visto. Rilasciato per mancanza di prove, Nelly non solo si riavvicina a Claire (Susanne Jones), sua ex e madre di Jody, ma si mette anche sulle tracce della giovane, sostenuto da un manipolo d’improbabili aiutanti: i suoi amici del Palm Tree pub.

Il sospettato perfetto

«Save Me» segue una tradizionale struttura thriller, lavorando sulla componente di mistero in modo eccellente. Il personaggio di Nelly è stato creato appositamente per raccontare il pregiudizio che troppo spesso prende il sopravvento nelle situazioni in cui è necessario trovare un colpevole. Poco abbiente e con abitudini di vita non encomiabili, Nelly è inconfutabilmente il sospettato tipo, perlopiù con indizi a suo carico. La forza del suo personaggio e il suo riscatto personale staranno nel riuscire a dimostrare che non è così, oltre che a seguire un’indagine parallela a quella della polizia.

La regia

Il regista Nick Murphy («Il mistero di Rookford») poggia la narrazione su una messa in scena da crime story molto televisiva: fatto, indagine, ribaltamento, epilogo. Non lascia spazio all’estro cinematografico e si limita a seguire la vicenda e il suo ottimo cast. Una soluzione vincente che vi terrà attaccati allo schermo.

«Save Me» non mancherà inoltre di farvi sorridere nel dramma. Gli inserti comedy sono affidati perlopiù alla variopinta comunità di outsider che popola il pub frequentato da Nelly. Una fauna di soggetti di dubbio spessore sociale che però si faranno in quattro per aiutare un amico in difficoltà.