Home TvSerie tv“Spirito libero”, così un cavallo cambia la vita

“Spirito libero”, così un cavallo cambia la vita

Il 6 agosto arriva su Canale 5 una serie austriaca che ha già avuto grande successo in patria e in Germania e racconta la storia di Alexandra, una ragazza che vedrà la vita rivoluzionata dall’incontro con un puledro nero di nome Dicembre

Foto: Alexandra (Julia Franz Richter) e il cavallo Dicembre in una scena della fiction “Spirito libero”

02 Agosto 2019 | 9:49 di Paolo Fiorelli

Il miglior amico dell’uomo è... il cavallo! Non se la prendano gli amanti dei cani, ma tanti film e serie televisive basati sugli straordinari benefici dell’amicizia con un puledro sono lì a dimostrarlo, da “Furia” a “Flicka”. A confermarlo, il 6 agosto arriva su Canale 5 una serie austriaca che ha già avuto grande successo in patria e in Germania: si intitola “Spirito libero” e racconta la storia di Alexandra, una ragazza che vedrà la vita rivoluzionata dall’incontro con un puledro nero di nome Dicembre. Ma andiamo con ordine...

Testamento a sorpresa
Alexandra (Julia Franz Richter) è una ragazza che vive da sola a Vienna, dove è cresciuta con i genitori adottivi, e lavora in una panetteria. Un giorno scopre di aver ereditato dal suo vero padre (che non ha mai conosciuto e che credeva morto) una sontuosa tenuta di campagna dove si allevano cavalli della preziosa razza Trakehner. E scopre anche di avere tre fratellastri e una matrigna, per nulla contenti di dover dividere con lei i possedimenti della ricchissima famiglia. E qui la storia di Alexandra comincia ad assomigliare a quella di una moderna Cenerentola. «In lei nasce il bisogno di indagare sul passato del padre, sui luoghi in cui è vissuto e in cui anche lei avrebbe potuto vivere» racconta la protagonista. E poi c’è lui, Dicembre: un meraviglioso cavallo che però, proprio come lei, non è “purosangue”, e quindi è bandito da gare ed esibizioni. Tra i due nasce un’amicizia che aiuterà Alexandra a sentirsi finalmente “a casa” e a farsi accettare dal resto della famiglia. Il che non sarà facile perché il primogenito Maximilian (Christoph Luser) è ossessionato dal potere, mentre il minore dei tre Leander (Laurence Rupp) è un ribelle dedito ad alcol, droghe e feste. Ma Alexandra troverà anche alleati come la giovane Tilda (Zita Gaier) e il fattore Raphael (Aaron Karl).

Cavallerizza provetta
Julia Franz Richter («Il Franz nasce dal fatto che tutti i miei avi si chiamavano così e allora, visto che ero la primogenita, i miei genitori hanno voluto aggiungerlo al nome femminile») ha frequentato i maneggi fin da bambina, quindi è una provetta cavallerizza e anche per questo è stata scelta per il ruolo. Eppure dice: «Non avevo mai recitato con gli animali e temevo che sarebbe stato difficile. Ma il cavallo che interpreta Dicembre è stato addestrato apposta per il set, ha girato già altri film ed è un “vero professionista”. Così nei primi giorni di riprese avevo la sensazione che lui fosse l’attore esperto e io la debuttante!».

Il vero protagonista
In effetti la vera star della fiction è proprio Dicembre, uno splendido puledro che, pur essendo mezzosangue, regge il confronto con gli esemplari Trakehner dell’allevamento. A proposito, il titolo originale della serie è “Trakehnerblut”, cioè “Il sangue dei Trakehner”, e dà l’idea dell’orgoglio che austriaci e tedeschi provano per questa razza di cavalli originari della Prussia orientale. Eleganti e di nobile portamento, hanno una potenza muscolare fuori dal comune e sono adatti per le gare di “dressage” (quelle in cui cavallo e cavaliere eseguono movimenti geometrici come in una danza).

A completare lo spettacolo ci pensano gli splendidi paesaggi delle vallate di Altlengbach e Lanzendorf, alle porte di Vienna, dove sono state girate tutte le scene principali della serie.