Home TvSerie tvStranger Things, la nostalgia anni ’80 su Netflix

Stranger Things, la nostalgia anni ’80 su Netflix

La serie con protagonista Winona Ryder è disponibile su Netflix, ecco alcuni dei cult anni ottanta a cui si ispira, da Spielberg a Stephen King

Foto: La locandina di Stranger Things  - Credit: © Netflix

07 Luglio 2016 | 16:50 di Manuela Puglisi

A partire da venerdì 15 luglio è disponibile su Netflix Stranger Things, la nuova serie con protagonista Winona Ryder, omaggio nostalgico agli anni '80, da Steven Spielberg a Stephen King. I veri protagonisti sono però i bambini, Mike, Dustin e Eleven , alla ricerca del loro amico Will scomparso, tra corse in bicicletta alla E.T., partite a Dungeon & Dragons e la passione per Guerre Stellari. Un'atmosfera che ricorda molto da vicino le estati americane descritte nei film (e non solo) cult di quegli anni, tra terrore, mostri e bambini scomparsi, misteriosi scienziati e centri di ricerca governativi coi loro esperimenti falliti, che hanno segnato i primi ricordi di un'intera generazione. Come gli stessi fratelli Matt e Ross Duffer, showrunner e registi della serie, hanno dichiarato fin dall'inizio è ?Una lettera d'amore agli anni '80. Una via di mezzo tra i Goonies e Stand By Me?. Qui l'ordinario incontra lo straordinario e, come allora con Spielberg e King, si viene trasportati in un mondo di fantasia, dove trovare una mappa del tesoro in soffitta, o incontrare un extraterrestre, è ancora possibile.

La trama

È il 1983 e tutto inizia nella cittadina di Hawkins, nell'Indiana, in un sotterraneo dove un gruppo di bambini gioca a Dungeon & Dragons. Quando uno di loro scompare in circostanze misteriose, la madre Joyce (Winona Ryder), il fratello Jonathan (Charlie Heaton) e il capo della polizia Jim Hopper (David Harbour) si mettono sulle sue tracce. Ad aiutarli ci sono anche i i compagni di giochi di Will, Dustin (Gaten Matarazzo), Lucas (Caleb McLaughlin), Mike (Finn Wolfhard) e la sorella Nancy (Natalia Dyer). A loro si unirà una strana ragazza che parla a stento e risponde al nome di Eleven (Millie Bobby Brown). La scomparsa di Will dà inizio a una serie di strani avvenimenti che porteranno i protagonisti faccia a faccia con esperimenti segreti, misteriosi mostri e forze sovrannaturali, stranger things, appunto.