“Supersex”, la serie su Rocco Siffredi interpretato da Alessandro Borghi

Alessandro Borghi interpreta la pornostar nella miniserie Netflix in arrivo nel 2023

Supersex
Alessandro Borghi è Rocco Siffredi nella serie "Supersex"  Credit: © Netflix
27 Settembre 2022 alle 15:00

Si puo' vedere su

Non avrebbe potuto chiamarsi che "Supersex" la serie dedicata a Rocco Siffredi: è questo il titolo della nuova produzione Netflix, che vede Alessandro Borghi nel ruolo del celebre pornoattore. La miniserie composta da sette episodi debutterà sulla piattaforma streaming nel 2023, le riprese sono già iniziate a Roma. Nel cast, oltre a Alessandro Borghi, ci sono anche Jasmine Trinca, Adriano Giannini e Saul Nanni nei ruoli, rispettivamente nei ruoli della moglie Lucia, Tommaso e Rocco ragazzo.

Stando a quanto anticipato da Netflix, "Supersex" racconterà la vita di Rocco svelandone aspetti inediti, attraverso la sua vita fin dall’infanzia. Nella serie ci sarà ampio spazio per esplorare gli aspetti privati di Siffredi: la famiglia, le sue origini, il suo rapporto con l’amore, il punto di partenza e il contesto che lo ha portato a intraprendere la sua strada nella pornografia.

La serie "Supersex" è creata e scritta da Francesca Manieri e diretta da Matteo Rovere, Francesco Carrozzini e Francesca Mazzoleni. Francesca Manieri – autrice, tra i tanti titoli, dei film "Il primo re" e "L'incredibile storia dell'Isola delle Rose", oltre alle serie "Il miracolo", "We Are Who We Are" e "Luna Nera", ha dichiarato: «"Supersex" è la storia di un uomo che ci mette 7 puntate e 350 minuti a dire ti amo, ad accettare che il demone che ha in corpo sia conciliabile con l’amore. Per farlo deve mettere a nudo l’unica parte di lui che non abbiamo mai visto: la sua anima. "Supersex" parla di oggi, "Supersex" parla di noi. Cosa vuol dire essere maschi? Siamo ancora capaci di conciliare la sessualità e l’affettività? Queste le domande che come un caleidoscopio si aprono davanti a noi mentre ci immergiamo nella sua incredibile vita fino a perdere il fiato».

Seguici