Home TvSerie tvTexas Rising: su Sky Atlantic il ritorno del western

Texas Rising: su Sky Atlantic il ritorno del western

Al via la nuova serie tv girata in cinemascope con un cast hollywoodiano che comprende anche Ray Liotta, Bill Paxton, Brendan Fraser, Olivier Martinez

Foto: Foto di gruppo per il cast di Texas Rising  - Credit: © UfficioStampaSky

13 Settembre 2015 | 16:19 di Lorenzo Di Palma

Parte lunedì 14 settembre, alle 21.10 in prima tv su Sky Atlantic (e anche su Sky On Demand), Texas Rising, la nuova serie tv firmata da Roland Joffè, regista pluricandidato all’Oscar e già vincitore della Palma d’Oro per Mission.

La serie rispolvera il genere western, una formula dalle alterne fortune che comunque è una delle più rappresentative del cinema a stelle e strisce.

Texas Rising si avvale di un’accurata ricostruzione storica e di un cast stellare che comprende attori del calibro di Ray Liotta (Quei bravi ragazzi, Hannibal), Bill Paxton (Terminator, Titanic), Brendan Fraser (La Mummia, Crash), Olivier Martinez (l’Ussaro sul tetto, Unfaithful- L’amore infedele), Crispin Glover (Charlie’s Angels), Cynthia Addai-Robinson (Star Trek Into The Drakness) e Jeffrey Dean Morgan (Watchmen, Motel Woodstock).

Inoltre, il regista francese ha deciso di usare per questo “dramma storico in salsa western” un formato cinematografico oggi poco usato, tipico delle produzioni degli anni ‘50 e ’60, il cinemascope, che “deforma” le riprese per ottenere profondità e fotogrammi a largo campo visivo e di grande impatto, ideali quindi per riprodurre al meglio il deserto americano caratterizzato da sconfinate pianure spoglie e assolate.

Protagonisti del racconto sono il generale Sam Houston (Bill Paxton); il ranger Billy Anderson (Brendan Fraser),  il rivoluzionario texano Deaf Smith (Jeffrey Dean Morgan), il generale a capo dell’esercito messicano Antonio Lopez (Oliver Martinez) e Tom Mitchell (Ray Liotta), un sopravvissuto al massacro di Alamo che diventa uno spietato assassino di soldati messicani.

La storia è infatti ambientata durante la Guerra di Indipendenza del Texas (1835-1836) quando questo era ancora proprietà del Messico e i coloni americani intrapresero una feroce battaglia contro il governo messicano per annettere la regione agli Usa.