Home TvSerie tv«The Last Watch»: dietro le quinte di «Game of Thrones»

«The Last Watch»: dietro le quinte di «Game of Thrones»

Lunedì 3 giugno su Sky Atlantic il documentario sul “making of” de “Il Trono di Spade”: un anno sul set degli ultimi episodi della serie dei record tra fango e sangue, lacrime e trionfi

Foto: Kit Harington  - Credit: © HBO

02 Giugno 2019 | 22:02 di Lorenzo Di Palma

Andrà in onda su Sky Atlantic, lunedì 3 giugno in prima serata e, sarà poi ovviamente anche on demand e disponibile in streaming, Game of Thrones: The Last Watch: il film della documentarista britannica Jeanie Finlay, realizzato passando un anno, da “infiltrata” sul set dell’ottava e ultima stagione de Il Trono di Spade, la serie tv che più ha segnato questo decennio.

Game of Thrones: The Last Watch racconta l’enorme sfida di portare in vita il fantastico mondo di Westeros negli studios, nei terreni, nei parcheggi dell’Irlanda del Nord (set dell’ultima stagione sono stati ricreati anche in Spagna e in Croazia). La regista ha seguito la crew e il cast mentre affrontavano estreme condizioni climatiche, deadline proibitive e non meno estremi eserciti di fan affamati di spoiler. Dalle ormai famose 55 notti di riprese, a Belfast, per l’epica “battaglia di Grande Inverno”, alla costruzione - e alla distruzione - di Approdo del Re, il documentario ricostruisce il dietro le quinte dei vari set della più costosa e ambiziosa serie mai prodotta per la tv.

E invece che farlo attraverso il punto di vista degli showrunners David Benioff and D.B. Weiss, il film dà per la prima volta voce alle maestranze, ai responsabili dei vari reparti tecnici, agli stunt, alle comparse, ai set designer, agli assistenti di produzione. Mostrando però anche l’emozionante ultima lettura di gruppo del copione da parte del cast, con Kit Harington che, unico fra i protagonisti della serie, apprende per la prima volta in quell’occasione del destino del suo personaggio - Jon Snow - e di quello di Daenerys, l’ormai iconico personaggio interpretato per otto stagioni da Emilia Clarke.