Home TvSerie tv“The Politician”: la seconda stagione è su Netflix dal 19 giugno

“The Politician”: la seconda stagione è su Netflix dal 19 giugno

Ce la farà Payton Hobart ad arrivare alla Casa Bianca? Nei nuovi episodi torna anche Gwyneth Paltrow

19 Giugno 2020 | 9:00 di Valentina Barzaghi

Debutta il 19 giugno su Netflix la seconda stagione di “The Politician”, la serie co-ideata da Ryan Murphy (“Glee”, “Hollywood”, “Pose”) con Brad Falchuk e Ian Brennan, che ha come protagonista il giovane, ricco e ambizioso Payton Hobart (Ben Platt), che vuole diventare il futuro Presidente degli Stati Uniti d’America.

Dove eravamo rimasti

Nella prima stagione di “The Politician” abbiamo conosciuto Payton al college, in corsa per la carica di rappresentate degli studenti, aiutato da un assortito e fedelissimo gruppo di amici. La sua campagna elettorale non si rivela delle migliori, ma proprio quando Payton sta per gettare la spugna sulle sue ambizioni, accade qualcosa d’inaspettato. Arrivato a New York per frequentare la NYU, riesce a candidarsi per il seggio al Senato della città con il supporto del suo ormai consolidato team: Astrid (Lucy Boynton), Skye (Rahne Jones), James (Theo Germaine), McAfee (Laura Dreyfuss) e Alice (Julia Schlaepfer).

Il trailer

Nel trailer di “The Politician 2”, rilasciato solo pochi giorni fa, si vede Payton impegnato in una spietata e divertentissima guerra politica contro la candidata numero uno per i democratici Dede Standish (Judith Light), aiutata dalla sua capo gabinetto Hadassah Gold (Bette Midler). La prima vive la rivalità col ragazzo con un po’ d’ansia, mentre la seconda è galvanizzata dalla folle sfida, nonché occasione tanto attesa per schiacciare un avversario, che però si rivela più astuto del previsto.

In questa seconda stagione ritroviamo anche Georgina Hobart, interpretata da un’inedita Gwyneth Paltrow, la protettiva mamma new age di Payton, che ancora una volta si troverà a sostenere il figlio nella ricerca di se stesso, come primo passo fondamentale per una brillante carriera dedicata agli altri.

Gli episodi della seconda stagione sono sette, tutti girati tra Los Angeles e New York, e promettono di tornare a intrattenerci e divertirci con la loro satira tagliente su cosa voglia dire fare politica oggi.