“The unlikely murderer”, indagini e psicologia. Da vedere su Netflix

Inquietante miniserie che ha suscitato polemiche in patria perché discute sulla colpevolezza di un “omicida improbabile”

26 Ottobre 2022 alle 17:13

Si puo' vedere su

Dalla Svezia arriva "The unlikely murderer", inquietante miniserie (cinque episodi su Netflix) che ha suscitato polemiche in patria perché discute sulla colpevolezza di un “omicida improbabile”, come dice il titolo. Il presupposto storico è reale, un fatto che ha scosso il nord Europa negli Anni 80: il primo ministro svedese Olof Palme viene ucciso per le vie del centro di Stoccolma mentre esce da un cinema con la famiglia. Molte le piste battute, ma il colpevole non è mai stato trovato.

Qui invece c’è un testimone che si contraddice, vuole essere al centro dell’attenzione e che... beh, guardate e capirete. La fiction ci fa riflettere su un tema classico: la banalità del male. Ma c’è altro. C’è indagine. C’è studio psicologico. C’è un mondo lontano dal nostro (e che ci affascina sempre) e c’è una recitazione superba da parte dei protagonisti, su tutti l’istrionico Robert Gustafsson, che normalmente fa il comico ma qui si fa applaudire per la sua sensazionale trasformazione in uno psicopatico con manie di protagonismo.

Seguici