Home TvSerie tv“The Wilds”: la nuova serie survivor su Prime Video

“The Wilds”: la nuova serie survivor su Prime Video

Il teen drama Prime Original dall’11 dicembre racconta, con echi alla “Lost”, un oscuro esperimento condotto su un’isola deserta

11 Dicembre 2020 | 10:45 di Valentina Barzaghi

Venerdì 11 dicembre arriva in streaming su Prime VideoThe Wilds”, la nuova serie Prime Original che sotto molto aspetti potrebbe sembrare un perfetto innesto narrativo tra due classici televisivi come il survival “Lost” e il reality “L'isola dei famosi”.

Creata da Sarah Streicher, la serie prova a raccontare le difficoltà di un gruppo di teenager con forti differenze caratteriali, sociali e attitudinali, accentuate dalla particolare situazione che si trovano ad affrontare. È tutta giocata sulle sue protagoniste: con una regia semplice e senza vezzi, struttura il racconto tra il passato, il naufragio sull’isola e il presente di "sopravvissuta" di ognuna di loro. Tre livelli temporali tra cui la storia si sposta di continuo, svelando man mano parti di trama.

La trama

“The Wilds” ha come protagoniste otto ragazze il cui aereo, su cui stanno viaggiando per recarsi a una sorta di ritiro spirituale, naufraga in mezzo al mare. Al gruppo non rimane che raggiungere a nuoto l’isola più vicina e lì capire come sopravvivere in attesa dei soccorsi. I pericoli del luogo, le differenze tra di loro e le difficoltà legate alla giovane età di ciascuna, sono le sfide a cui vanno incontro, ignare del fatto che ciò che sta accadendo è parte di uno strano esperimento sociale.

Il trailer

“The Wilds” gode di una parabola drammatica ben costruita. Ogni episodio esplora il passato di una singola protagonista mostrandone difficoltà e traumi, che si vanno a sommare all’esperienza estrema che sta vivendo e a cui reagisce anche in risposta ai pregressi evidenziati. Se le narrazioni verticali funzionano, permettendo alle serie di affrontare tematiche young adult delicate come incomprensioni familiari, dolori amorosi, pressioni emotive, quello che funziona un po’ meno è invece la sua componente survivor che non arriva mai a coinvolgere lo spettatore fino in fondo, facendo risultare la sopravvivenza delle ragazze sull’isola quasi meno sconvolgente di quella a cui sono sottoposte nel reale quotidiano.

Una morale didascalica, ma non semplice, che “The Wilds” affronta anche giocando con una forte incognita di mistero. Perché le ragazze sono finite sull’isola? È stato tutto davvero solo un incidente? C’è qualcun altro coinvolto nel naufragio oltre a loro? Possono fidarsi l’una dell’altra? Come finirà? Gli interrogativi sono davvero tanti e trovano una risposta solo di puntata in puntata. In questo si rivela una serie che si presta al più sfrenato dei binge-watching.