Home TvSerie tv«Tredici», dal libro alla serie tv su Netflix

«Tredici», dal libro alla serie tv su Netflix

Dal best seller di Jay Asher allo streaming, 13 episodi in cui ascolteremo con Clay (Dylan Minnette) le cassette registrate da Hannah Baker (Katherine Langford) prima di togliersi la vita. Chi è davvero responsabile del suo gesto?

Foto: Dylan Minnette nei panni di Clay  - Credit: © Netflix

31 Marzo 2017 | 12:00 di Manuela Puglisi

«Tredici», la serie tratta dall’omonimo bestseller di Jay Asher e prodotta da Selena Gomez, debutta su Netflix con tredici episodi a partire dal 31 marzo. Tredici puntate per raccontare la storia di Hannah Baker (Katherine Langford), un’adolescente che, prima di suicidarsi, registra su cassetta la propria versione dei fatti, le tredici ragioni per cui l’ha fatto, spingendosi fino identificare i responsabili del suo gesto. Andiamo a scoprire chi sono i protagonisti e quali temi della vita dei ragazzi del liceo tratta. Dal bullismo, alla fluidità sessuale, passando per amicizie forti e legami appena al limite del morboso (o oltre). Hannah starà dicendo tutta la verità o davvero, come dice uno dei ragazzi, ha mentito semplicemente perché era fatta così, una ragazza a cui piaceva far tragedie che «Si è uccisa per attirare l'attenzione su di sé»? O forse sono quelli a cui le registrazioni sono indirizzate ad aver paura della verità? Attenzione, in ogni caso, ad archiviarlo come un teen drama sul bullismo. La storia è ben più complessa e dolorosamente coinvolgente, per gli spettatori di ogni età, perché pone domande che non sono solo proprie dell'adolescenza, ma dell'animo umano.

La trama

«Mettetevi comodi, perché quella che sto per raccontarvi è la storia della mia vita. O meglio, la storia di come è finita. Se state ascoltando questo nastro, vuol dire che siete una delle ragioni per cui è finita». Così inizia la prima cassetta registrata da Hannah prima di togliersi la vita. Fin dal primo episodio seguiamo la vita di Clay Jensen (Dylan Minnette) a due settimane dal suicidio della ragazza che, tornato da scuola, trova sulla soglia di casa una la misteriosa scatola contenente le registrazioni. Hannah è morta, ma Clay è davvero una delle ragioni per le quali ha deciso che non valeva più la pena vivere? Solo ascoltando, potrà (e potremo) scoprire come mai è nella lista di persone a cui sono destinate le cassette. Attraverso il punto di vista doppio dei giovani protagonisti, ci avventuriamo nell’intricato mondo dell’adolescenza, dove tutto è alti e bassi, i colori sono accecanti, e le giornate nere, a volte, sembrano non avere una via d’uscita.