Home TvSerie tvTrust: il rapimento di John Paul Getty III secondo Danny Boyle

Trust: il rapimento di John Paul Getty III secondo Danny Boyle

Su Sky Atlantic Donald Sutherland interpreta il capostipite della famiglia Getty, ma nel cast c'è anche Luca Marinelli. Torniamo tra Roma e gli Stati Uniti negli Anni 70, per una serie barocca e psichedelica

28 Marzo 2018 | 10:34 di Valentina Barzaghi

Sul sequestro del giovane John Paul Getty III, uno dei fatti di cronaca più caldi degli Anni 70, recentemente abbiamo visto il film «Tutti i soldi del mondo» di Ridley Scott, con Michelle Williams, Christopher Plummer (che aveva sostituito Kevin Spacey, cancellato dal film in seguito alle accuse di molestie) e Mark Wahlberg.

Danny Boyle («Trainspotting», «The Millionaire», «127 ore») dà la sua visione dei fatti in «Trust», serie tv in onda su Sky Atlantic a partire da mercoledì 28 marzo. Barocca, kitsch e rock’n’roll, vi catapulta in un mondo di eccessi di una tra le famiglie americane più ricche di sempre, guidata dall’inquietante capostipite John Paul Getty Sr. (uno spietato Donald Sutherland). Un uomo che, come il ‘Re Lear’ shakespeariano che si diverte a citare, gioca con il potere fornitogli dal denaro, tenendo al guinzaglio donne ed eredi.

«Trust» riporta in vita il Danny Boyle di «Trainspotting», quello della regia a quadri, della colonna sonora adrenalinica da riascoltare a tutto volume, dei giovani protagonisti che, sentendosi ancora immortali, non hanno paura di giocare con la vita arrivando a sfidare la morte.