“Versailles”, al via la serie in costume su Re Luigi XIV

Intrighi, misteri e passioni sono gli ingredienti vincenti della serie sul Re Sole

George Blagden
9 Ottobre 2021 alle 08:06

Intrighi, misteri e passioni sono gli ingredienti vincenti di "Versailles", la serie in costume franco-canadese sul giovane Luigi XIV (conosciuto anche come Re Sole), al via da sabato 9 ottobre su La7. Ripercorrendo la vita e i segreti della famiglia reale, la storia si concede diverse licenze nella ricostruzione degli eventi, condendola con elementi romanzati.

Siamo nel 1667 e re Luigi XIV (George Blagden), ormai ventottenne, decide di spostare la sede del governo e del potere fuori da Parigi, nella ex tenuta di caccia del padre. E proprio qui, a Versailles, si circonda di una cerchia di nobili che tiene in pugno. Il suo obiettivo è dimostrare autorevolezza e coraggio ai molti che lo considerano un debole, incapace di gestire la Francia. Ma la Corte del Re Sole non è solo il centro del potere, bensì un luogo dove trionfano la mondanità e il peccato, poiché il sovrano ama le feste e circondarsi di belle donne.

Le scene sono state girate veramente nelle sale della maestosa Reggia di Versailles. I costumi sono stati modernizzati in modo da renderli più comodi per gli attori e adattarli alle differenze fisiche di oggi rispetto a quelle del XVII secolo. Gli abiti delle donne non sono stati creati con busti di ferro ma con le più confortevoli stecche, utilizzate oggi anche per i vestiti da sposa. E, per le protagoniste femminili, niente parrucche, ma acconciature molto elaborate che hanno richiesto anche tre ore di preparazione. George Blagden, già noto al pubblico per il ruolo di Athelstan nella serie Vikings, ha detto: «Anche grazie agli abiti di scena, mi sono potuto calare in un personaggio tanto controverso. Alcuni dicono che sia stato il padrino della cultura moderna. Altri vedono solo la sua mancanza di cuore. Ciò che era importante per me era mostrare la sua grande vulnerabilità».

Seguici