Home TvSoapBeautiful: gli 8 momenti più folli in quasi 30 anni

Beautiful: gli 8 momenti più folli in quasi 30 anni

Tra le cose assurde della soap, una deve ancora accadere... «Ma il pubblico si aspetta questo da noi» dice il produttore. Più è inverosimile, più piace

Foto: Il momento più assurdo della soap: la resurrezione di Taylor  - Credit: © Ufficio Stampa

04 Maggio 2016 | 17:18 di Natalia Vantini

Una storia da soap opera è di per sé un po’ irreale. Ma nel caso di «Beautiful» lo è in modo speciale. Alla soglia del 30° compleanno della messa in onda (le candeline verranno spente a marzo 2017), questa soap è senz’altro quella che ha raccontato le vicende più assurde. Quasi che nella stanza dei bottoni, quella di chi inventa e scrive le storie, ci sia sempre in atto il gioco a chi... la spara più grossa. Il caso eclatante è stata la resurrezione di Taylor, che muore e riappare due anni dopo. «Insomma, questa è una soap opera» aveva a suo tempo candidamente dichiarato il produttore Bradley Bell. «Qualche incongruenza ci può stare».

Ma il colmo è arrivato ancora con Taylor, che per un errore alla clinica della fertilità si è trovata a partorire il figlio biologico della sua rivale Brooke. Anche in questo caso, interpellato sull’argomento, Bell ha dato una spiegazione che non fa una grinza: «Certo che è assurdo» ha ammesso. «Ma la storia ha fatto il picco di ascolto. Sembra quasi che ormai i nostri telespettatori si aspettino questo da noi». E infatti la soap anche in Italia non conosce declino e incolla davanti alla tv circa 3 milioni di persone. Eppure quando è troppo è troppo. C’è una storia che Bradley Bell non riscriverebbe più: «È quella dell’improbabile amore fra Ridge e Bridget (la leggete nel box a lato). Effettivamente in quel caso abbiamo esagerato un po’...».