Home TvSoap“Bitter sweet”, il protagonista Can Yaman: «Innamoratevi di me o devo rimettere la toga»

“Bitter sweet”, il protagonista Can Yaman: «Innamoratevi di me o devo rimettere la toga»

Abbiamo intervistato l’attore protagonista della soap-rivelazione in onda su Canale 5 dove interpreta un ricco uomo d’affari, perfezionista e scontroso

Foto: Can Yaman in versione uomo d’affari in “Bitter sweet”

20 Giugno 2019 | 15:15 di Antonella Silvestri

Gli ingredienti della perfetta storia d’amore ci sono tutti, proprio come recita il titolo della nuova soap turca che sta conquistando il pubblico di Canale 5. Avrete già capito che stiamo parlando di “Bitter sweet” (che in inglese significa “dolceamaro”). La serie, che per sottotitolo ha “Ingredienti d’amore” , è in onda il pomeriggio dal lunedì al venerdì.

• "Bitter Sweet", i 5 motivi per cui vi piacerà la nuova soap di Canale 5

Intrighi, passioni, incomprensioni, gelosie e frequenti colpi di scena, infatti, hanno già reso i due protagonisti di Istanbul molto popolari anche da noi. Lei è Özge Gürel, già conosciuta nel ruolo dell’eroina della soap “Cherry Season - La stagione del cuore” (anche questa trasmessa da Mediaset): qui è l’aspirante chef Nazli. Lui è l’attore Can Yaman, nipote dell’allenatore della Serie A turca Fuat Yaman. Nella soap interpreta un ricco uomo d’affari, perfezionista e scontroso. A fare da “messaggero di Cupido” c’è il piccolo Alihan Türkdemir, che recita nel ruolo del solitario nipotino di Ferit che Nazli si prenderà a cuore. Da noi Yaman è ancora poco conosciuto, ma su Instagram, grazie anche alle foto in cui mostra senza timidezza il suo fisico scolpito, vanta oltre 4 milioni di seguaci. Sorrisi lo ha incontrato per una chiacchierata.

Certo che, almeno per ora, il personaggio che le è stato assegnato è un po’ antipatico: esigente, severo, brontolone e austero.
«Però puntata dopo puntata mi rendo conto che cominciamo ad avere alcune cose in comune: quando siamo innamorati lo manifestiamo ed entrambi ci prendiamo cura dei nostri cari. Ma Ferit mi sembra un perfezionista e un uomo dotato di grande autocontrollo, mentre io sono più rilassato e adoro la tranquillità. E poi non riuscirei mai ad andare in giro vestito come lui, con quei vestiti così formali. Io sono molto più casual...».

Nella soap per lei “scocca” un colpo di fulmine: crede nell’amore a prima vista?
«Beh, guardando il personaggio che interpreto, sarebbe molto facile rispondere di sì. Ma ovviamente la vita reale è tutta un’altra cosa (non fatevi illusioni, care lettrici. Noi abbiamo anche provato a chiederlo, ma l’attore è molto riservato sulla sua vita privata e non si sa se è fidanzato, ndr)».

Lei è amatissimo dal pubblico femminile. Che rapporto ha con le sue fan?
«Sono molto orgoglioso di essere apprezzato e amato. E anche grato. Spero che l’affetto del pubblico mi accompagni per tutta la mia carriera».

Si è laureato in Giurisprudenza. Quando ha scoperto la passione per la recitazione?
«Prima di diventare attore ho lavorato per alcuni anni come avvocato. E non mi sono ancora arreso, perché con due miei colleghi ho tuttora uno studio legale. La mia avventura teatrale è iniziata dopo che quelli che poi sarebbero diventati i miei manager mi hanno proposto di avvicinarmi alla recitazione. E ovviamente anche in questo caso ho completato gli studi necessari».

I suoi genitori hanno sempre assecondato le sue scelte, anche quando ha deciso di mettere da parte la carriera di avvocato?
«Tutta la mia famiglia mi sostiene e mi ha sempre appoggiato in tutto. Mio padre per me è un idolo e mia madre è sempre stata un punto di riferimento».

“Bitter sweet” la renderà popolare anche nel nostro Paese. Lei conosce l’Italia?
«Certo, ci vengo spesso e la adoro. Probabilmente non lo sapete ma ho frequentato il Liceo italiano a Istanbul (era uno degli studenti più brillanti della classe, ndr). Poi ho viaggiato molto e ho vissuto negli Stati Uniti, ma sono abbastanza informato sull’Italia e sugli italiani».