Il Segreto, la trama del 28 maggio 2021

Ecco che cosa succede nell'ultima puntata della serie spagnola di Canale 5

Il Segreto - Don Filiberto (Andrés Suarez Gonzalez)  Credit: © Mediaset
22 Maggio 2021 alle 16:30

La trama dell'ultima puntata de «Il Segreto», in onda su Canale 5 venerdì 28 maggio in prima serata alle 14.15.

Venerdì 28 maggio

Emilia, dopo essere stata travolta dalla folla, sembra riprendersi, ma quando il dottor Clemente le consiglia di fare ulteriori esami in ospedale, lei si rifiuta categoricamente. Jean Pierre, che sembra voler mettere tutta la famiglia contro Tomas, propone a Isabel di spostarsi a Parigi, per produrre un'opera insieme, e di portare con loro anche Adolfo. Antonita decide di partecipare a un provino per il cinema, ma le cose non vanno troppo bene e Onesimo interviene in sua difesa. Tra i due, poco dopo, scatta qualcosa. Alicia, scossa per l'attacco durante il comizio, va da Tomas, per chiedergli una tregua e pregarlo di collaborare con lei, ma soprattutto perché è sicura che sia lui l'uomo misterioso che le ha salvato la vita. Begona, stanca di aspettare e convinta che la figlia sarà contenta, dice a Marta che Ramon è morto per mano sua. Ignacio, che le aveva consigliato di aspettare, non è d'accordo.
Don Filiberto viene arrestato e interrogato dal Capitan Huertas, ma senza alcun risultato. Coinvolgendo il vescovo, riesce a tornare in libertà. Matias è sempre più preoccupato per l'atteggiamento di Emilia e decide di aggirarla, tentando di contattare direttamente Alfonso, a Cuba. Urrutia ha trovato un nuovo lavoro, ma purtroppo gli orari sono estenuanti e il salario è troppo basso. Lui, comunque, è contento di poter provvedere di nuovo alla sua famiglia. Onesimo e Antonita si godono il nuovo amore e spinti dalla felicità, decidono di sposarsi all'insaputa di tutti. Adolfo e Marta, invece, pur sapendo di amarsi ancora, decidono di rinunciare definitivamente ai loro sentimenti per il bene di tutti. Tomas, a causa della situazione che si è creata a La Habana con l'arrivo di Jean Pierre, decide di trasferirsi in una casa poco fuori dal paese. Intanto, continua a ripensare alla scomparsa di Maqueda e a come sia potuta avvenire.
L'esplosione alla fabbrica di Solozabal ha conseguenze disastrose, ma soprattutto per l'edificio. Don Filiberto, a causa dei sensi di colpa e delle accuse che riceve dai paesani, cerca riparo da donna Francisca che, chiaramente, lo respinge. Unica nota positiva dell'attentato alla fabbrica è il ritorno di Urrutia che, vedendo le condizioni in cui si trova don Ignacio, decide di tornare a lavorare per lui. Tomas, stanco di Jean Pierre e convinto che sia responsabile della scomparsa di Maqueda, elabora un piano per farlo uscire allo scoperto e liberarsi finalmente di lui. Rosa, distrutta dalla certezza che Adolfo ami ancora Marta, decide di denunciarlo per l'omicidio di Ramon. Il ragazzo è costretto a scappare dalla legge, ma lei non mostra il minimo rimorso per averlo accusato ingiustamente. Emilia viene sorpresa da Marcela mentre piange disperata a casa di donna Francisca e le confessa che sta per morire.
Marcela, ricevuta la terribile notizia della malattia di Emilia, tenta di tenerla per sé, ma il dolore è tanto da non farcela. Anche Matias, che ora capisce il comportamento di Emilia, è devastato. Rosa parte per l'Austria, per essere ricoverata in clinica e con lei ci sarà anche la madre. Adolfo e Marta, aiutati dalla famiglia, fuggono per salvare Adolfo dalle accuse di omicidio. Onesimo, che ora è sposato con Antonita, si trasferirà con lei alla Villa, ottenendo addirittura un lavoro nell'ufficio della miniera, anche se con qualche riserva da parte di donna Isabel. La marchesa, ora che ha capito di essere stata sfruttata per anni da Jean Pierre, che non la amava veramente, tenta di avvicinarsi a don Ignacio. Lui, pur provando dei sentimenti per i Isabel, si sente in colpa per la sua situazione familiare. Donna Francisca, preoccupata che don Filiberto possa esporla alla Giustizia, fa di tutto per farlo uccidere.

Seguici