Home TvSoapLuca Capuano è entrato in «Il Paradiso delle signore»

Luca Capuano è entrato in «Il Paradiso delle signore»

Chiusura dell’anno trionfale per la soap di Raiuno «Il Paradiso delle Signore», che lo scorso 31 dicembre ha raggiunto il picco massimo di ascolti. E forse parte del merito va all’entrata nel cast di un volto notissimo ai fan delle fiction

Foto: Luca Capuano in «Il Paradiso delle signore»

14 Gennaio 2019 | 08:00 di Simona De Gregorio

Chiusura dell’anno trionfale per la soap di Raiuno «Il Paradiso delle Signore», che lo scorso 31 dicembre ha raggiunto il picco massimo di ascolti. E forse parte del merito va all’entrata nel cast di un volto notissimo ai fan delle fiction: Luca Capuano. L’attore napoletano interpreta Sandro Recalcati, un affascinante discografico e talent scout che aiuterà Tina (Neva Leoni) a realizzare il sogno di diventare cantante.

Luca, per lei è stato un ingresso memorabile...
«Di sicuro non mi voglio dare alcun merito. Sono felice di questo traguardo raggiunto dalla soap ma non so se sia stato grazie alla mia presenza. Comunque ringrazio tutto il pubblico che mi segue sempre con grande affetto».

In che modo glielo dimostra?
«Avevo annunciato il mio arrivo su Internet. Confesso che prima ero restio a usare i social, se utilizzati nella giusta misura, però, sono un ottimo mezzo per mantenere il contatto con i fan».

È soddisfatto del suo ruolo?
«Molto, è un personaggio complesso: positivo, però segnato da esperienze passate. E soprattutto mi piace che sia un discografico. Adoro la musica».

E che cosa ascolta?
«Di tutto, dal pop al rock, fino alla musica classica. Ma avendo due bambini (Matteo, 10 anni e Leonardo, 5) mi sono avvicinato anche al rap e ai più giovani. Apprezzo tanto i Måneskin per esempio».

La musica poteva essere un’alternativa alla recitazione?
«Mi sarebbe piaciuto. Da piccolo suonavo il pianoforte. Poi il destino mi ha fatto prendere una strada diversa».

Oltre che attore è anche spettatore delle fiction?
«Certo. E molte mi appassionano perché hanno una qualità molto alta. Ammetto che ho “rosicato“ vedendo "L’amica geniale". Da napoletano mi piacerebbe tanto prenderne parte. Anzi, visto che ci sarà un seguito, lancio un appello al regista Saverio Costanzo (ride)!».

E la sua famiglia la guarda in tv ?
«Sì. Anche mio figlio più piccolo ha iniziato a seguirmi. Solo che vorrebbe vedermi in tutte le scene!».