“Sei sorelle”, la nuova soap per l’estate di Rai1. Trama e cast

Al via dal 30 maggio la nuova appassionante saga familiare ambientata nella Spagna di inizio 900

28 Maggio 2022 alle 08:59

Da lunedì 30 maggio il pomeriggio di Rai1 sarà animato da una nuova intrigante soap spagnola, "Sei sorelle", ambientata nella Madrid del 1913. Appuntamento che ci farà ritrovare anche un attore molto amato delle soap, Álex Gadea, l’indimenticato Tristán Montenegro di "Il segreto".

Trama e cast

La trama segue le vicende delle sei sorelle Silva: Adela (Celia Freijeiro), Diana (Marta Larralde), Celia (Candela Serrat), Blanca (Mariona Tena), Francisca (Maria Castro) e la più piccola, Elisa (Carla Diaz). Belle, educate, ricche e affascinanti, sono l’anima dei ricevimenti dell’alta società spagnola dell’epoca. Ma un evento cambierà per sempre le loro vite...

Ma vediamo di conoscere meglio le nostre nuove eroine. Adela è la maggiore, rimasta vedova molto giovane, è il punto di riferimento solido e materno delle sorelle minori e della casa. Diana è intraprendente, impulsiva e ribelle. Celia, invece, è l’intellettuale della famiglia e sogna di viaggiare per conoscere il mondo. Mentre Blanca sembra essere la fidanzata perfetta. Promessa sposa a un ricco banchiere, deve però fare i conti con l’invadenza della futura suocera. Francisca ha un carattere irrequieto ma è molto talentuosa, al contrario della giovanissima Elisa: viziata e scostante, ambisce a un matrimonio d’interesse e per Adela è fonte di continue preoccupazioni. La vita agiata delle sei sorelle viene stravolta da un lutto improvviso, che metterà a rischio le loro ricchezze e la loro posizione sociale. E che, nella società maschilista dell’epoca, le costringerà a lottare e ad architettare una salvifica menzogna. L’unico a conoscere la verità è l’affascinate barone Cristóbal Loygorri del Amo, fratello del fidanzato di Blanca, interpretato da Gadea.

Per i temi trattati e le atmosfere eleganti, in molti hanno paragonato questa saga familiare a "Downton Abbey". Non a caso, Antonio Hernández, uno dei registi della soap, ha spiegato: «Vogliamo puntare i riflettori su un gruppo di donne coraggiose. Ciascuna delle sei sorelle incarna una battaglia che è stata combattuta dalle donne, per la loro emancipazione». Gli fa eco Marta Larralde: «Il mio personaggio vuole dimostrare che le donne possono fare tutto nella vita, e possono farlo molto bene». E conclude Maria Castro: «È stato davvero molto interessante immergersi in un’epoca in cui vigeva una mentalità così diversa dalla nostra. E poi imparare la postura, la gestualità di una fanciulla di inizio 900, anche quella è stata una bella sfida».

Seguici