Home TvSoap«Tempesta d’Amore»: quando la realtà supera la fiction

«Tempesta d’Amore»: quando la realtà supera la fiction

Sebastian Fischer ci racconta di come ha perso la testa per la sua fidanzata: una storia... da soap!

Foto: Sebastian Fischer è nato l’8 ottobre 1982 a Monaco di Baviera

20 Luglio 2018 | 12:22 di Valeria Verri

Se «Tempesta d’amore» è una favola contemporanea piena di passioni, tradimenti e colpi di fulmine, Sebastian Fischer, che veste i panni di Viktor Saalfeld, è la prova vivente che spesso la realtà supera la fantasia. «Quando ho conosciuto la mia fidanzata mi sono sentito come se il mio cuore si aprisse, avevo un formicolio nello stomaco, mi si è stampato un sorriso innaturale sul viso, ho iniziato ad agitarmi. L’avevo appena incontrata ed ero già perso» racconta.

Che posto ha l’amore nella sua vita?
«Centrale. Significa sentimento e fisicità, trovare la felicità rendendo felice qualcun altro, un porto sicuro dove rifugiarsi, sentirsi a casa. Lo collego a una sensazione di sicurezza ed è per me un obiettivo da perseguire per tutta la vita».

Cosa trova seducente in una donna?
«Lo sguardo, anzitutto, e il profumo. Quello fisico, intendo. Poi trovo irresistibile il senso dell’umorismo. E, per finire, un bel sorriso».

Per amore fa il pendolare: è pesante?
«Sicuramente. Io e la mia fidanzata cerchiamo di resistere perché sappiamo che è un disagio a tempo determinato. L’ho già fatto in passato. Quando si ama, si fa qualunque follia pur di stare insieme».

Come si definirebbe?
«Affettuoso, aperto e passionale».

Non come il suo Viktor...
«Lui è impulsivo e fedele. Anche quando sa che i suoi sentimenti sono sbagliati, come quello per Alicia (Larissa Marolt) che è fidanzata col padre. Questo mi affascina: mi è stata data la possibilità di plasmare il personaggio, anziché calarmi soltanto nei suoi panni».

E per rilassarsi fuori dal set che cosa fa?
«Vado in montagna o prendo a pugni qualcuno! Scherzo, ho cominciato da poco a praticare la boxe e devo dire che mi distende moltissimo».