Ultima puntata di “Una vita”. Ecco come finisce dopo 1.484 episodi

Sabato 12 novembre termina la storia ambientata in Spagna. Noi ve la riassumiamo qui

7 Novembre 2022 alle 08:10

Incredibile, ma vero: anche le soap qualche volta finiscono. E, fuori da ogni ironia, sono addii che lasciano un vuoto nei cuori degli appassionati. Quest’anno è già successo a fine maggio, quando abbiamo salutato la saga di “Il segreto”. Ora i fan delle serie spagnole si preparino a tirar fuori di nuovo i fazzoletti. Sabato 12 novembre lascerà per sempre il suo posto nel primo pomeriggio di Canale 5 anche “Una vita”, il grande affresco di amori, tradimenti, glorie, miserie e quant’altro vi passi per la mente, dipinto tra il 1899 e il 1920 ad Acacias, vivace quartiere borghese di una grande città che non può essere altro che Madrid.

Qui le vicende di innumerevoli personaggi si sono intrecciate a quelle della storia di Spagna, tenendo come cuore del racconto il palazzo al numero 38 della strada principale del “barrio” (quartiere in spagnolo), ovvero Calle Acacias. E proprio “Acacias 38” è il titolo originale della serie, partita in Spagna nell’aprile del 2015 e arrivata in Italia appena un paio di mesi dopo. Nel nostro Paese, però, le 1.483 puntate (qui diventate 1.484) del racconto si sono dipanate più a lungo: un anno e sei mesi di più. Il gran finale spagnolo è andato in onda già nel maggio del 2021, per la gioia degli spettatori più curiosi, quelli per i quali sapere al più presto “come andrà a finire” vale di più del vivere le sorprese dell’ultima ora.

E sono diversi i colpi di scena che attendono gli oltre due milioni di fedelissimi di “Una vita”. Chi sente di non poter proprio resistere ulteriormente alla curiosità, può trovare qui sotto un paragarafo in cui anticipiamo, molto sommariamente, la conclusione delle due vicende che più hanno segnato gli ultimi mesi della soap. Per chi, invece, vuole godersi appieno tutto lo spettacolo e per chi, magari, vuole “entrare in sala” all’ultimo minuto, ecco quel che c’è da sapere.

Come prima cosa, non alzatevi dal divano durante la grande “fiesta” finale in cui la celeberrima cantante Bellita Del Campo (interpretata da Maria Gracia, cantante anche nella vita) riapparirà per incantare ancora una volta la gente di Acacias con la sua voce meravigliosa. La storia, infatti, proseguirà sorprendentemente durante i titoli di coda. Le due vicende principali, ora. La prima ci riporta all’alba della serie, perché ha come protagonista l’avvocato Felipe Álvarez-Hermoso, interpretato da Marc Parejo e in scena fin dalla prima stagione di “Una vita”. Felipe è un vero “buono” in formato soap, ovvero un uomo destinato a soffrire per amore. Dopo le morti tragiche della moglie (impazzita) e dell’umile cameriera di cui lui, un “nobile” del quartiere, s’è innamorato, Felipe si ritrova incastrato in un matrimonio riparatore con la perfida Genoveva (ne riparleremo...), l’assassina della cameriera. Tra marito e moglie esploderà una guerra che porterà Genoveva in galera e Felipe in un’ulteriore serie di disavventure che gli faranno quasi perdere il senno. Lo ritroverà grazie alla nuova cameriera Dori (Leonor Martin), di cui l’avvocato s’innamora nonostante lei non gli abbia detto di essere in realtà una studentessa di psichiatria che l’ha usato come argomento per la tesi. Felipe saprà perdonare Dori per questa menzogna?

Cuore della seconda vicenda è il destino di Genoveva (Clara Garrido), esempio più che perfetto di super cattiva che un giorno trova un cattivo più cattivo di lei. Anzi, di avversari Genoveva ne trova addirittura tre: l’ultimo ignobile marito Aurelio (Carlos de Austria); Gabriela (Lydia Pavón), l’ambigua figlia da lei abbandonata in fasce; e Cayetana, la dark lady della seconda stagione di “Una vita”, che non rivedremo ma che lascerà il suo perfido segno. I destini di questi terribili personaggi si compiranno in un duello degno di un film western: chi avrà la meglio tra i peggiori? Lo sapremo solo all’ultima puntata!

Attenzione spoiler! Ecco come finisce "Una vita"

Felipe (l’attore Marc Parejo) e Dori (Leonor Martin) si sposano. Il crudele Aurelio (Carlos de Austria) non è morto come abbiamo creduto: torna e uccide la perfida moglie Genoveva (Clara Garrido), prima di essere a sua volta ucciso dal maggiordomo Marcelo. Scopriamo poi che Gabriela, la figlia abbandonata da Genoveva, è sempre stata in combutta con l’antica “cattiva” Cayetana, che anche lei non è morta.

Seguici