Telenord: un video per ricordare le vittime del Ponte Morandi

A un anno dalla tragedia familiari, amici, donne e uomini del mondo dello sport, della cultura, dello spettacolo e delle istituzioni, commemorano i nomi delle 43 persone morte nel crollo

14 Agosto 2023 alle 21:53

Il 14 agosto di cinque anni fa, Genova e l'Italia furono sconvolte dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi, in cui morirono 43 persone: 43 nomi, 43 volti che Telenord vuole ricordare con con un video in cui familiari, amici, donne e uomini del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo e rappresentanti delle istituzioni scelgono di ricordare con la propria voce per ricordare quelle vittime. E per trasformare il ricordo in memoria.

Tra le persone che hanno contribuito all’iniziativa: Egle Possetti che è presidente del Comitato dei parenti delle vittime del ponte Morandi, attori e comici come Maurizio Lastrico, Valerio Lundini, Andrea Di Marco, Tiziano Scrocca, Francesca Puglisi, Andrea Angelucci, Chris Clun e Arianna Gaudio.

Musicisti e cantanti come Olly, Sergio Caputo e Alfa; protagonisti del mondo dello sport come Silvia Salis (vicepresidente del Coni), gli allenatori e i calciatori di Genoa e Sampdoria Alberto Gilardino, Andrea Pirlo, Mattia Bani e Fabio Borini; le ex bandiere rossoblù e blucerchiate Claudio Onofri, Thomas Skuhravy, Enrico Nicolini e Luigi Turci.

E ancora: il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci, il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi, il senatore del M5s Luca Pirondini, il segretario del Pd ligure Davide Natale e quello del Pd genovese Simone D'Angelo; il professore Matteo Bassetti, l’autore Flavio Ferrari Zumbini.

Sono anche loro a ricordare le 43 vittime innocenti della strage di cinque anni fa, a leggere i loro nomi ma anche le frasi più dure emerse in questi anni dalle intercettazioni di chi su Ponte Morandi aveva competenze specifiche, le dichiarazioni rilasciate dopo il 14 agosto 2018 e alcuni passaggi delle testimonianze fatte in aula durante il processo ancora in corso.

Seguici